I cannoli siciliani sono dolci di pasta fritta ripiena di ricotta e canditi. Conosciuti e amati in tutto il mondo al punto da essere considerati quasi un simbolo della regione.

Preparazione:
Sbattete lo zucchero col tuorlo d’uovo, aggiungete un pizzico di sale. Impastate con la farina setacciata. Versate il burro sciolto a bagnomaria e un bicchierino di Marsala. Impastate bene e lasciate riposare sotto ad un panno per almeno due ore.
Lavorate la ricotta con lo zucchero a velo. Tagliate a pezzetti la frutta candita, i pistacchi e il cioccolato. Mescolate il tutto.
Lavorate la pasta col matterello e ricavate dei quadrati di circa 10 cm di lato.
Sbattete l’albume e spennellate i quadrati di pasta.
Avvolgeteli attorno agli stampi metallici per cannoli, o a d un altro attrezzo a forma di tubo (si possono utilizzare anche delle canne di bambù lavate e sterilizzate).

Cottura:
Friggete i cannoli in abbondante olio (meglio se con l’aggiunta di un po’ di strutto).
Disponeteli su carta da pane per asciugarli dall’unto.
Fate raffreddare e riempite col composto di ricotta.
Spolverate con zucchero a velo e cannella.

Accorgimenti:
Per preservare la freschezza della ricotta, i cannoli alla siciliana andrebbero riempiti al momento di servirli.

Idee e varianti:
La ricetta originale prevede che la frutta candita sia composta di cedro, arancia, zucca

[gustissimo.it]