Nell’infinito panorama della rosticceria siciliana i crostini palermitani trovano un posto di riguardo per la loro semplicità e, nello stesso tempo, per il gusto seducente comune a tutti i “pezzi” di rosticceria siciliana.

Simili agli spiedini da rosticceria, i crostini fanno ormai parte dei tipici assaggini che spesso vengono presentati, in formato mignon, fra stuzzicanti antipasti composti da panelle e crocchèarancinette, quadretti di sfincione, spiedini, ravazzatine, piccole rizzuolepagnottine con la milza e….. crostini.
Vi assicuro che, in genere, dopo aver gustato queste stuzzicherie vi sentirete già appagati.

Ingredienti
Fette di pancarré
Besciamella
Prosciutto cotto
Latte q.b. (per inumidire il pancarré)
Uova (per confezione i crostini)
Pangrattato e farina 00 q.b. per la panatura
Olio si semi di arachide per friggere

Per la besciamella
50 grammi di burro
80 grammi di farina 00
1 litro di latte intero
Sale q.b.
noce moscata q.b.

Mettere sul fuoco una ciotola con il burro, appena sciolto aggiungere la farina e mescolare con un mestolo di legno. Unire il latte, poco per volta, e continuare a mescolare con la frusta in modo da non far formare grumi; aggiustare con il sale e la noce moscata grattugiata al momento e continuare a cuocere, sempre rimescolando, per circa venti minuti, tenendo presente che per la nostra ricetta occorrerà che sia abbastanza densa.
Prendere una fetta di pancarré e inumidirla con il latte, adagiarla sul piano di lavoro e depositarvi al centro la besciamella (facendo attenzione a lasciare intorno un margine di un paio di centimetri) ed il prosciutto tagliato grossolanamente. Spennellare  i bordi con l’uovo battuto e sovrapporre un’altra fetta di pancarré inumidita nel latte e fare in modo di incollare i bordi delle due fette di pancarré. Procedere così per gli altri crostini e, una volta ultimati, passarli nella farina, poi nell’uovo battuto e dopo nel pangrattato. A questo punto ripassarli nell’uovo battuto ed ancora nel pangrattato (doppia panatura).
Preparare una padella con abbondante olio caldo (circa 170°) e friggere i crostini. Dopo qualche minuto, quando saranno ben dorati toglierli dalla padella e metterli a sgocciolare su carta assorbente da cucina. Servire possibilmente caldi.

Fonte [ricettedisiclia.net]