This post has already been read 14649 times!

La pasta pesce spada e melanzane,aromatizzata con menta fresca, è un primo piatto tipico della cucina siciliana. Per la  buona riuscita di questa ricetta consiglio di usare pesce spada freschissimo e pomodorini di Pachino.

La pasta pesce spada e melanzane si presta benissimo ad essere servita anche come piatto unico.

Ingredienti per questa ricetta (4 persone):

  • pasta, g 350
  • pesce spada, 2 fette
  • melanzane, 2
  • pomodorini, g 300
  • aglio, 1 spicchio
  • menta fresca, alcune foglioline
  • vino bianco, 1/2 bicchiere
  • olio di semi di arachide, q.b. (per friggere)
  • olio extravergine di oliva, 3 cucchiai
  • sale, q.b.
  • pepe, q.b.

Preparazione

Lavate le melanzane,tagliatele a fette di circa un centimetro di spessore e riducetele a cubetti

Mettete le melanzane in uno scolapasta; cospargetele di sale,mettetevi sopra un piatto e qualcosa di pesante (va bene una bottiglia piena d’acqua). Lasciatele per almeno 30 minuti,poi sciacquatele,asciugatele con della carta assorbente e friggetele in olio di semi di arachide,fino a quando saranno leggermente dorate su tutti i lati. Ponete le melanzane fritte su della carta assorbente,per asciugare l’olio in eccesso.

Lavate i pomodorini e tagliateli a metà o a spicchi.

Lavate il pesce spada, tamponatelo con carta da cucina, eliminate la pelle e tagliatelo a cubetti.

In una padella capiente,mettete l’olio extravergine di oliva e fatevi dorare lo spicchio d’aglio spellato. Eliminate l’aglio ed unite i cubetti di pesce spada. Rosolateli per 1-2 minuti,mescolando con delicatezza. Sfumate con il vino bianco e lasciatelo evaporare.

Aggiungete i pomodorini e un pizzico di pepe. Salate e proseguite la cottura per circa 10 minuti. Aggiungete le melanzane,le foglie di menta e mescolate.

Nel frattempo lessate la pasta in abbondante acqua salata. Quando la pasta è cotta,scolatela,versatela nella padella con il condimento e amalgamate bene il tutto.

La pasta pesce spada e melanzane è pronta per essere servita.

Fonte [blog.giallozafferano.it]

(1582)