Le chiacchiere sono dei dolci tradizionali del carnevale. Questi dolcetti, comuni in tutte le nostre regioni, differiscono soltanto nel nome: in Sicilia chiacchiere, così come e in molti altri luoghi d’Italia, ma anche gnocculi, scocche o zippule.

 INGREDIENTI

  • 250 gr di farina 00 che lievita
  • 60 gr di zucchero
  • 35 gr di burro
  • 2 cucchiai di Marsala (o vino bianco)
  • un pizzico di sale
  • 2 uova
  • olio di semi di mais per friggere
  • zucchero a velo
  • cannela macinata fine a piacere
  • farina “00” per lavorare

PREPARAZIONE

Versare la farina su di una spianatoia, aggiungere lo zucchero, le uova ed impastare. Aggiungere la cannella macinata finemente (quantità a piacere), il burro ammorbidito, il sale e due cucchiai di marsala. Se l’impasto dovesse essere ancora appiccicoso aggiungere dell’altra farina finchè sarà facile lavorarlo. Lavorare l’impasto con le mani fino a quando sarà diventato omogeneo. Lasciare riposare coperto con un canovacchio in fibbra naturale almeno per un’ora. Trascorso il tempo indicato, tirare la sfoglia fino a che diventa piuttosto sottile con un mattarello. Il ripiano ed il mattarello devono essere spolverizzati con farina 00 affinchè venga agevole la lavorazione e l’impasto non si appiccichi. Con una rotella dentellata poi ricavare delle strisce lunghe circa 10-12 cm. Fare scaldare l’olio di semi in una padella con i bordi alti,tuffare poi le strisce di pasta. Quando saranno ben dorate da entrambi i lati tirarle fuori dall’olio e riporle su si un vassoio foderato da carta assorbente in modo da eliminare l’olio in eccesso. Appena tutta la pasta sarà cotta spolverare con lo zucchero a velo aiutandosi con un colino. Le chiacchiere sono ottime da gustare sia calde che fredde. Quelle che avanzeranno potranno essere conservate in una scatola di latta o un contenitore a chiusura ermetica. Un dolce senza il quale non può dirsi Carnevale. Fonte: ricettesiciliane.com